martedì 24 settembre 2013

Nel Salento c’è chi pensa già al futuro. Intervista a Meri Grazia Rizzini (amministratore unico di Innovation of the future srl)



La "INNOVATION OF THE FUTURE s.r.l." nasce nel Salento con tutte le carte in regola per diventare un’azienda leader del settore sia a livello regionale che nazionale. E soprattutto nasce in un momento in cui il Salento, a detta di molti, può diventare realmente il motore propulsivo per la ripresa economico-culturale del nostro paese. E non si tratta di mero campanilismo, ma di reale fiducia in un territorio ricchissimo di potenzialità. Innovation of the future, fondata e costituita da salentini, è specializzata nella distribuzione integrata e globale di prodotti innovativi che incidono sulla qualità della vita, con un occhio di riguardo al bilancio delle famiglie, oggi più che mai fondamentale per affrontare la vita di ogni giorno. Dopo un’accurata e meticolosa indagine di mercato, la IOTF ricerca, volgendo lo sguardo anche fuori dal territorio italiano e dunque con un forte respiro di carattere internazionale, produttori realmente affidabili e tecnologicamente all’avanguardia.. Ricerca di affidabilità che viene verificata con sopralluoghi nelle aziende e con l’attenta analisi delle certificazioni mondiali di qualità.

Abbiamo rivolto qualche domanda a Meri Grazia Rizzini (ammninistratore unico di Innovation of the future)

D – Innovation of the future nasce nel Salento ed è costituita da salentini. Come mai questa scelta?

Il Salento, anche per la forte spinta culturale fornita dal turismo, è una di quelle aree del mezzogiorno abitata da persone che meglio sono predisposte ad apprezzare le novità fornite dal progresso, e da tutti quei prodotti che nella vita di ogni giorno possono aiutarli a vivere meglio. I salentini, però, per quanto predisposti e attenti alle novità, spesso vogliono toccare con mano la genuinità di ciò che viene loro proposto, e questo ci spinge a fare sempre meglio e a dare il massimo per questa terra rischiando, propri capitali, e soprattutto la propria “faccia” e la propria credibilità.

D- Qual’è la vostra philosophy brand?

Da piccola, spesso, ascoltavo i più grandi parafrasare uno spot pubblicitario: “Basta la parola”. Bene, la IOTF ha l’ambizioso progetto di convincere in maniera inequivocabile della bontà dei prodotti commercializzati con il marchio “IOTF”. Qualità – affidabilità – utilità e convenienza. In una parola: “IOTF”. Dunque: “… basta la parola”.

D – Quali sono i vostri punti di forza?

Intanto, la voglia di fare e di non arrendersi di fronte alle prime difficoltà. Noi siamo tra la gente, conosciamo i loro bisogni perché sono anche i nostri bisogni, e conosciamo le loro difficoltà di ogni giorno.. Sul piano strettamente commerciale, riteniamo vincente l’idea di commercializzare, a breve o medio termine, massimo uno o due prodotti innovativi. Ciò ci consente un’attenta selezione e analisi preliminare del prodotto, dandoci poi l’opportunità di curare nei minimi dettagli una sua capillare distribuzione sul territorio.

D- Su quale prodotto attualmente sta puntando la IOTF?

Il prodotto innovativo selezionato che stiamo attualmente commercializzando è la sigaretta elettronica. Già nel 2012, prima di scegliere il “produttore” meritevole del marchio “IOTF”, abbiamo proceduto con i sopralluoghi in ben sei aziende tra le più grandi e certificate al mondo. Per saggiare il gradimento dei salentini, a maggio 2013, abbiamo avviato un nostro punto vendita al dettaglio (Negozio IOTIFUMO a Tricase) e contestualmente ben 10 “corners” I positivi riscontri ottenuti ci hanno convinto a procedere con gli ordini in quantità utile per soddisfare, inizialmente, almeno il 10% dei potenziali acquirenti. Dalla metà di settembre, i nostri agenti cominceranno a proporre il prodotto a tutte le tabaccherie della provincia.

D – Quali sono i progetti per il vostro futuro?

In effetti, contavamo di concentrare, per almeno due anni, i nostri sforzi sulla commercializzazione della Sigaretta Elettronica, per poi lanciare un nuovo prodotto che abbiamo già individuato e che pure stiamo per saggiare. Si tratta di un prodotto (peraltro, made in Italy) che, se supererà i nostri test, sarà proposto ai Salentini con il metodo del “porta a porta”.

L’evoluzione della legge (che regola la commercializzazione della sigaretta elettronica) ha imposto però una rivisitazione dei nostri programmi. Già questa estate, il nostro Responsabile Commerciale, opportunamente in giro per l’Europa, ha individuato un ulteriore prodotto innovativo (questa volta, made in Germany) che contiamo di commercializzare entro la fine dell’anno.

D – “Qualità” e “Affidabilità” possono essere annoverati tra i cosiddetti requisiti oggettivi, può definire meglio, in poche parole, quelli da considerare soggettivi di “Utilità” e “Convenienza”?

Il nostro “logo” è una nuvola contenente l’acronimo “IOTF” e la didascalia “ la nuvola che ti cambia la vita”. Quando lavoriamo per la individuazione di un nuovo prodotto da commercializzare, analizziamo preliminarmente le sue potenzialità e possibilità di incidere sulle nostre azioni quotidiane. Le domande che ci poniamo sono essenzialmente due: “Quanto ci potrebbe aiutare a fare questo o quello?” oppure “Quanto tempo e/o danaro ci potrebbe far risparmiare?”. Il tutto, sempre e comunque con riferimento al target e al relativo budget della clientela che, di volta in volta, individuiamo.

Qui il sito


Nessun commento:

Posta un commento